«

»

Lug 22

Stampa Articolo

NULLA DI PERSONALE

Mai sentito parlare di design fiction? No, non si tratta di Don Matteo convertito alle nuove forme contemporanee. Parliamo di “futuro esperienziale” e del “movimento” che permette di analizzare nel presente le innovazioni del futuro [*]. La cultura del progetto, tipica del mondo del design, applicata alla realizzazione di possibili scenari che possono essere rappresentati soltanto attraverso le storie: la creazione di prototipi e ambienti di sperimentazione del futuro per testare le innovazioni che verranno, in modo da metterle in discussione prima di trovarsele di fronte e doverle accoglierle incondizionatamente.

Il signor Hideo Sawada deve aver preso molto seriamente questi concetti quando ha deciso di investire nell’Henn-na Hotel, vicino Nagasaki, in Giappone, albergo che sta catalizzando l’attenzione mondiale dopo la presentazione e la recente inaugurazione del 17 luglio scorso.
È proprio lui, lo avrete già capito: il primo hotel gestito da robot! Se ne parla ormai ovunque, potevo trascurare l’approfondimento di uno scenario possibile del prossimo futuro?

HENN-NA HOTEL

Molto brevemente, si tratta di un hotel in cui l’imprenditore giapponese ha deciso di utilizzare robot al posto del personale per (quasi) tutti i servizi agli ospiti, in virtù di un abbassamento dei costi di gestione per riuscire a diventare un hotel economicamente accessibile a tutti, nonostante l’investimento iniziale che possiamo immaginare.
HENN-NA HOTELNella reception, ci troviamo di fronte, così, ad un robot dalle sembianze femminili che parla giapponese o ad un robot dinosauro che parla inglese. Check-in con tecnologia di riconoscimento facciale che permette l’accesso alle 72 camere (nel 2016 verrà aperta una ulteriore ala dell’edificio che raddoppierà la ricettività dell’hotel), completamente automatizzate, in cui, ad esempio, è sufficiente interpellare Tuly per accendere o spegnere le luci.
Gli unici servizi appaltati agli uomini sono la sicurezza e la pulizia delle stanze: per il resto, solo robot.

Sicuramente una novità! Potrebbe essere l’esempio che materializza tutti i discorsi che abbiamo già affrontato in merito alla necessità di distinguersi per emergere? Vista la risonanza mondiale della notizia sui magazine di tutto il mondo, non si può dire che il nuovo hotel abbia fallito questo obiettivo!

Che ne pensi?

Un inno alla tecnologia e alle capacità di aver realizzato una situazione così complessa gestita soltanto dalle macchine, tanto sofisticate da riuscire ad interagire in maniera eccellente con gli ospiti?

Un affronto alla professionalità dell’hôtellerie, nota per essere rappresentata da una categoria di persone appassionate del proprio lavoro che dedicano tutta la loro attività all’accoglienza dei loro ospiti?

Quale delle due? Da che parte ti schieri?

HENN-NA HOTELNon si può negare che pur abbracciando in maniera così profonda l’innovazione tecnologica, con cui avremo a che fare nell’imminente futuro, l’hotel manca di una componente fondamentale: possiamo parlare veramente di ospitalità e accoglienza senza il calore del servizio fornito dal personale?

Siamo veramente convinti che quando compriamo il soggiorno in hotel cerchiamo soltanto la migliore sistemazione alberghiera oppure, in fondo, ci accorgiamo di voler essere presi per mano, ricevuti come gli ospiti più importanti della casa e coccolati per qualsiasi esigenza?

Non c’è niente da fare: in hotel, ospitalità vuol dire anche avere vicino qualcuno che possa prendersi cura del nostro benessere. Il valore e la reputazione di un hotel dipendono soprattutto dalla professionalità di chi vi lavora e dalla sua capacità di accompagnarci nella nostra personale esperienza.

D’altronde, lo stesso Sawana specifica che l’hotel è parte integrante del parco divertimenti di Sasebo che lo circonda, pur non essendo concepito solo come un’attrazione ma anche come un esempio di come utilizzare l’innovazione tecnologica e raggiungere l’efficienza.

 

Se non l’hai già fatto, ti consiglio di leggere i seguenti post sull’ospitalità, il primo in particolare:


[*] Leggi anche: Futuro in prova, articolo di Laura Piccinini pubblicato su D.Repubblica

Permalink link a questo articolo: http://hoteldesign.org/ospitalita-nulla-di-personale-henn-na-hotel/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>